Festambiente Mondi Possibili è costruito secondo il principio del qb (quanto basta) al fine di ridurre al minimo gli sprechi.

Un’analisi che comprende la comunicazione, il sistema di prenotazioni e il numero di partecipanti a evento, la costruzione e l’utilizzo dei materiali, la gestione energetica e dei rifiuti. Princìpi di efficienza ed efficacia non solo economici ma anche ambientali per un modo diverso di prendersi cura degli utenti, scegliendo per i partecipanti dei criteri di qualità personalizzati.

Festambiente Mondi Possibili ha iniziato un percorso di sostenibilità volto a introdurre funzionamenti eco-compatibili che continuino oltre il Festival.

I funzionamenti suggeriti: 

  • praticare la raccolta differenziata: ogni rifiuto, al suo posto!
  • trovare allestimenti realizzati con materiale di recupero e di riuso.
  • consumare cibi e bevande serviti in stoviglie di mater-bi, totalmente biodegradabili, o in piatti e bicchieri riutilizzabili.
  • rifornirsi di cibo e vini biologici, a km0, solidali e sostenibili
  • proporre laboratori di educazione ambientale legati alle 4R 
  • donare gli alimenti non utilizzati a chi ne ha più bisogno
  • promuovere la mobilità sostenibile, invitando le persone ad utilizzare mezzi pubblici, bici, bus, carsharing ,carpooling 
  • imparare le buone pratiche legate alla filiera corta e ai gruppi d'acquisto
  • contribuire alla promozione di pratiche di risparmio energetico
  • contribuire in maniera continuativa ad azzerare le emissioni di CO2

Durante Festambiente Mondi Possibili verranno applicate stabilmente le misure sopra indicate.

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014Festambiente Mondi Possibili aderisce alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile mettendo in campo diverse azioni per promuovere l'uso di mezzi di trasporto alternativi al mezzo privato a motore.

Qui maggiori informazioni sulle azioni proposte.

 

Il Festival aderisce ad un progetto di AzzeroCO2 di forestazione nel parco del Delta del Po Veneto.


 

AzzeroCO2Festambiente Mondi Possibili compensa le proprie emissioni grazie al progetto di forestazione di AzzeroCO2 nel Parco Delta del Po Veneto.

Festambiente.net 2014 è a zero CO2

La rete degli eco Festival di Legambiente, compensa le emissioni di gas serra associate ai consumi di energia, ai trasporti dello staff e alla realizzazione del materiale di comunicazione relativi a tutti gli eventi del circuito Festambiente per il 2014. Le emissioni verranno compensate attraverso l’acquisto di crediti di emissione sul mercato volontario provenienti dal progetto di forestazione nel Parco Regionale del Delta del Po Veneto.

AzzeroCO2 in breve

AzzeroCO2 è una società di consulenza ambientale che offre a imprese, enti pubblici e cittadini la possibilità di contribuire attivamente a ridurre le emissioni dei gas serra. In veste di ESCo fornisce supporto tecnico per definire strategie di promozione dell’efficienza energetica, delle fonti rinnovabili, della mobilità sostenibile e sull’uso e la scelta dei materiali. Inoltre, AzzeroCO2 compensa le emissioni associate a una particolare attività tramite l’acquisto di crediti sul mercato volontario, azione che permette di contribuire spontaneamente al raggiungimento degli obiettivi previsti dal Protocollo di Kyoto.

Come si calcolano le emissioni

AzzeroCO2 svolge un’analisi dettagliata delle emissioni associate alla realizzazione di un evento, al ciclo di vita di un prodotto, all’offerta di un servizio o ad altre attività. Gli strumenti di calcolo sono definiti sulla base di studi ampiamente avallati dalla comunità scientifica e realizzati da organismi internazionali (World Resources Institute, World Business Council for Sustainable Development, International Panel on Climate Change).

Come si compensano le emissioni

Le emissioni di CO2 relative alle varie attività vengono compensate tramite l’acquisto di crediti sul mercato volontario: tali crediti, generati da interventi di forestazione o dallo sviluppo di fonti rinnovabili, vengono inseriti ed annullati in un apposito registro; nel primo caso il credito si genera con l’assorbimento di CO2 da parte degli alberi, nel secondo la CO2 viene evitata grazie alla produzione di energia pulita. Si attribuisce un credito di emissione per ogni tonnellata di CO2 assorbita o evitata.

La certificazione

I crediti generati sono di tipo VER (Verified Emissions Reductions), ovvero crediti verificati da un ente certificatore, accreditato in base ai parametri dettati dal Protocollo di Kyoto e dall’UNFCCC (United Nations Framework Convention on Climate Change).

Il marchio AzzeroCO2

AzzeroCO2 rilascia la licenza del marchio che attesta l’azzeramento delle attività in questione.


PROGETTI DI FORESTAZIONE

PARCO DELTA DEL PO VENETO 

Il Parco Regionale del Delta del Po Veneto si estende per una superficie complessiva di circa 12.500 ettari. Nell’area del Delta, natura, storia, tradizione, cultura ed arte si intrecciano, offrendo al visitatore un paesaggio inedito e sorprendente. L’area di intervento si estende per una superficie di circa 5 ettari ed è situata nel territorio del Comune di Ariano nel Polesine (RO) in località Grillara. L’impianto è stato realizzato con specie autoctone tipiche del quadro vegetazione della zona. È stato previsto un impiego piuttosto significativo del Pino domestico in quanto specie pioniera che mostra una certa tolleranza nei confronti di suoli sabbiosi ed è in grado di creare le condizioni favorevoli per la successiva affermazione delle altre specie forestali. Le altre specie arboree impiegate sono quelle del bosco planiziale mesofilo, la Farnia (Quercus robur), il Frassino ossifillo (Fraxinus oxycarpa), il Carpino nero (Ostrya carpinifolia) il Leccio (Quercus ilex) e il Pioppo bianco (Populus alba). L’intervento è stato realizzato in coerenza con i principi introdotti dal Protocollo di Kyoto e con il Codice Etico del Comitato Parchi per Kyoto. La stima dell’assorbimento complessivo di CO2 nell’arco del ciclo di vita del bosco è pari a circa 3.862 tonnellate.

Parco delta del Po Veneto

Parco delta del Po Veneto

Partners 2014

legambiente    Tina due srl   Yatta!   PossibilMente   Il Casone Valle dell'Aniene   Carlsberg   Ecoteca    esterni    Lavato e stirato   Neroni gastronomia   Reverie   Studio Inthema   Yourec   Federtrek giovani   Retake Roma   Insieme per fare   MondoIdea   Rebike   daSud   Muffa   Yoga sensibile   Marmorata 169   Parsec Flor   I caciaroni   Libera   Psy+   Romaltruista   Eduraduno   Idroambiente   Centro di accoglienza CU.SE.VI   Lucanapa   Pietro Parisi Terre vivaci larteaparte

Mediapartners 2014

La nuova ecologia Urban Experience Romapost Pensieri d'integrazione Italia che cambia Teleambiente

.
.

Cerca nel sito

Connettiti

Iscriviti agli aggiornamenti rss o partecipa via social network!

Contatti

Festambiente Mondi Possibili

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Sito web http://festambiente.mondipossibili.it/

Marketing  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  | Stampa Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AzzeroCO2

AzzeroCo2

Sei qui: Home Festival Edizioni passate 2014 Sostenibilità